Viàz, cenge e "vie di croda" in Dolomiti

Trekking, Ferrate e Ciaspe

Re: Viàz, cenge e "vie di croda" in Dolomiti

Messaggiodi kala » sab gen 03, 2015 5:59 pm

gully ha scritto:26-12-2014 pala bassa da forcella medon.Lasciato vasetto per firme


qualche dettaglio?
Poserò la testa sulla tua spalla | e farò | un sogno di mare | e domani un fuoco di legna
perchè l'aria azzurra | diventi casa | chi sarà a raccontare | chi sarà
sarà chi rimane | io seguirò questo migrare | seguirò | questa corrente di ali
Avatar utente
kala
 
Messaggi: 13379
Immagini: 547
Iscritto il: lun dic 31, 2007 9:45 pm
Località: Basso Piave

Re: Viàz, cenge e "vie di croda" in Dolomiti

Messaggiodi brontolo » mar gen 03, 2017 3:28 pm

Viàz de la Croda Bianca

[...]
L'accesso alla traversata non è dal Colaz, come sembra guardando la Tabacco (in realta' a quanto ne so esiste un collegamento tra il Colàz e la Croda bianca, ma dovrebbe essere tutt'altro che facile, io comunque non l'ho visto),ma dalla spianata di bosco corrispondente all'incrocio di sentieri un centinaio di metri sotto la casera dei Zot, lungo il 485 mi sembra. Due larici con due frecce incise sulla corteccia indicano la via.La traccia non è sempre evidente ma ci sono vecchi bolli rossi, una volta individuata è difficile smarrirsi.


Da quando l'ho clamorosamente mancato vado chiedendomi dove posso averlo sbagliato... E riguardando per l'ennesima volta la Tabacco mi accorgo ora che c'è un'incongruenza che non capisco: proprio all'altezza della Croda Bianca le isoipse impazziscono! Voglio dire, le quote sembrano perfette: Rifugio Bosconero sui 1450m, Casera dei Zot 1150m, tornante del 485 sui 1100m, parcheggio al lago 825m, Solagnot 700m...; ma se se seguono le isoipse tra i Solagnot e il Bosconero non si capisce più nulla, 100m si perdono nel nulla meglio che nel famigerato Triangolo (no, non malignavo su vostra sorella, intendevo quello delle Bermuda). Per cui avendo imboccato dall'alto il sentiero per il Colàz (1125m ca) col cavolo che dovevo perdere solo un paio di centinaio di metri, ne dovevo perdere trecento; di sicuro mi son buttato verso la Croda Bianca troppo presto ed ora capisco anche perché rientrando a N ho incrociato il 485 ancora così in alto. Magari avrebbe potuto aiutarmi una parvenza di altimetro... :roll: Ma signori Tabacco, andate un po' affanculo, bitte!


.
Ultima modifica di brontolo il mar mar 07, 2017 12:35 am, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
brontolo
 
Messaggi: 73
Iscritto il: mer ott 05, 2011 10:59 am

Re: Viàz, cenge e "vie di croda" in Dolomiti

Messaggiodi piazarol » mer gen 04, 2017 12:30 pm

gully ha scritto:26-12-2014 pala bassa da forcella medon.Lasciato vasetto per firme


a far che... :?:
una pisciata 'marca' di più il passaggio,
dura di più, sporca di meno,
e c'è pure un po' di DNA :roll:

:2:
Avatar utente
piazarol
 
Messaggi: 37
Immagini: 5
Iscritto il: mer ott 30, 2013 8:05 pm
Località: belluno

Re: Viàz, cenge e "vie di croda" in Dolomiti

Messaggiodi kala » gio gen 05, 2017 5:51 pm

brontolo ha scritto:---


Intere55ante... :D
Poserò la testa sulla tua spalla | e farò | un sogno di mare | e domani un fuoco di legna
perchè l'aria azzurra | diventi casa | chi sarà a raccontare | chi sarà
sarà chi rimane | io seguirò questo migrare | seguirò | questa corrente di ali
Avatar utente
kala
 
Messaggi: 13379
Immagini: 547
Iscritto il: lun dic 31, 2007 9:45 pm
Località: Basso Piave

Precedente

Torna a Escursionismo estivo ed invernale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti